SOCIETÀ  
    CULTURA  
    POLITICA  
    LAVORO

    Interviste





ENG_____

Stralci di interviste. Per maggiori informazioni sul testo integrale contattare l’autrice

Emma Bonino
politico
(parla della nuova normativa in Egitto contro la circoncisione femminile)
E’ molto contenta Emma Bonino, da tempo impegnata nella battaglia contro la ‘circoncisione femminile’ insieme alla diplomatica egiziana Moushira Khattab. La Senatrice non sembra temere l’ ‘eccezione’ prevista dalla nuova normativa. “Francamente non mi preoccupa tanto il ‘cavillo’ – ci dice – quanto piuttosto che le leggi in Egitto, come spesso accade anche da noi, rimangano un po’ lettera morta”. Bonino si augura che la nuova legge venga difesa ed applicata, che anche le NGO internazionali continuino la campagna come “Stiamo facendo noi un po’ in solitudine – sottolinea – con NPWJ in Liberia, Eritrea, Djibouti”. Poi aggiunge “L’esempio egiziano ci aiuta!”
da Roma, Italia. Giugno 2008

Mona Mansour
ginecologa egiziana
Casi di mutilazioni genitali arrivano anche in Italia con gli emigrati. Ce ne parla Mona Mansour, ginecologa egiziana che lavora all’ospedale S.Paolo di Milano. “La donna araba è cresciuta pensando che la sessualità fosse un territorio inavvicinabile” ci spiega. “E’ più un dovere, che un piacere”. La dottoressa ci confessa di aver avuto delle richieste da quando lavora qui in Italia. “A chiedermelo sono generalmente le mamme, che hanno figlie e che non possono tornare in Egitto”. Ma lei si è sempre rifiutata. “La vedo come un’abitudine faraonica, dei tempi passati, quando si tentava di eliminare il senso di piacere alla donna per fare in modo che si concentrasse solo sui lavori pesantissimi di allora”. Poi conclude “La donna è stata creata da Dio con il suo corpo, il suo clitoride e la sua vulva. La sessualità è una cosa che ci appartiene. Perché dovremmo eliminarla?”
Milano, Italia. Giugno 2008