SOCIETÀ  
    CULTURA  
    POLITICA  
    LAVORO

    Interviste





ENG_____

Stralci di interviste. Per maggiori informazioni sul testo integrale contattare l’autrice

Rose
giurato della Corte Federale di Birmingham (Alabama)
Sceglie di usare un nome fittizio, chiedendo di mantenere l’anonimato, e parla del nuovo programma di assicurazione sulla salute degli impiegati statali, che prevede uno sconto agli obesi che scelgono di curarsi a spese dello Stato. “Quest’iniziativa non ha nulla di positivo. E’ intrusiva e ridicola. I suoi confini sono illimitati. Cosa mi dite di chi si stressa per il troppo lavoro e quindi fuma, beve o mangia in eccesso, si droga o prende troppi medicinali?” ci domanda menzionando le ultime statistiche, secondo le quali l’abuso di medicinali è la terza causa di morte negli Stati Uniti. “Tanto poi va dal dottore a curarsi” continua “Ed ecco che genera nuovi costi per il nostro sistema sanitario, ormai paralizzato. Quanto diventa troppo?” si chiede. Ritornando realista conclude ”Comunque si, se fossi obesa, farei il possibile per ottenere lo sconto del premio!”.
Birmingham, Alabama (U.S.A.). Novembre 2008

Rania
contadina egiziana
“Mia madre mi ha preso per mano, accompagnandomi nella nuova camera dove il mio giovane sposo mi attendeva impaziente. Si sono scambiati uno sguardo complice e mi hanno fatto sedere sul grande letto” racconta Rania, ricordando il suo primo giorno di nozze nel piccolo villaggio a nord del Cairo. Il suo sguardo è assente e la sua voce bassa, come se avesse paura di farsi sentire. “Mia madre ha avvolto il dito medio di mio marito con una garza bianca. Lei sapeva già quello che mi sarebbe accaduto. Io tremavo di paura. Poi, sempre lei, mi ha allargato le gambe, preparando la strada per il dito dell’uomo che mi avrebbe penetrato”….
A nord del Cairo (Egitto). Giugno 2008